lingua

Delia

Delia
Print Friendly

A 20 km da Caltanissetta, e a 447 metri sul livello del mare, Delia è una città di fondazione, risalente al 1597. Fondata dal barone Gaspare Lucchese, fu edificata sul colle Monserrato. Da monte Croce sembra un grande abbraccio tra Madonie, Canicattì e Naro, fino a Campobello di Licata. Con i suoi 4550 abitanti accoglie molti immigrati (avendo conosciuto l'emigrazione come fatto centrale) che trovano integrazione in un paese che vanta una tradizione di apertura. Il paesaggio anche qui è significativo per comprendere la vita e la storia economica dei deliani: lussureggianti vigneti, uliveti e frutteti fanno del territorio di Delia un centro ancora attivo della produzione agricola. Quattro sono le ipotesi intorno al suo bel nome. La prima pare derivare dall'arabo “Daliyah”, vigna appunto. La seconda ricondurrebbe al culto preistorico dei “Delli”, ovvero delle acque calde (sulfuree) di cui il territorio è costellato. Secondo Vito Amico, che esprime la terza ipotesi nel suo “Lexicon topographicum Siculum”, il riferimento sarebbe alla dea Diana Delia. Infine, l'ultima ipotesi ne individua la collocazione della Statio Petiliana, un punto di riposo della strada tra Catania e Agrigento, da cui la caduta del prefisso Pe potrebbe aver portato alla denominazione attuale.

 

condividi su: Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone

© 2015 - Distretto Turistico delle Miniere
CCIAA Caltanissetta Via Vittorio Emanuele, 38

Progetto Cofinanziato dall’Unione Europea
Programma Operativo FESR – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Sicilia 2007/2013 Asse 3
Obiettivo Operativo 3.3.3 – Linea di Intervento 3.3.3 A, Attività C
“Investiamo nel vostro futuro”

Menu
Caricando...